Tradurre il Curriculum per Trovare Lavoro… Anche in Italia

Tradurre il curriculum in inglese o in un’altra lingua straniera può aiutarti concretamente a trovare lavoro anche nel nostro Bel Paese.

Ultimo aggiornamento articolo: 27 Novembre 2017

Tradurre il curriculum a partire dall’italiano può essere un investimento che fai sul tuo futuro professionale anche se non intendi emigrare all’estero per lavoro. Ci sono diversi motivi, infatti, per i quali è conveniente considerare la traduzione del CV in inglese strategica per cercare lavoro e/o per crescere professionalmente.

Tutte le ragioni che seguono per tradurre il CV dovranno, ovviamente, essere coerenti con la strategia (vedi nel seguito dell’articolo) che stai usando per cercare lavoro e con il tuo personal branding:

  • in tutte le aziende italiane, anche se l’inglese può o meno servire in quell’ambiente lavorativo, comunque sarà la conoscenza di questa lingua che ti consentirà di restare in apprendimento permanente (lifelong learning) e accrescere le tue competenze; questo le aziende italiane lo sanno e lo valutano positivamente; naturalmente, se mostri loro anche un curriculum in inglese non può che comunicare questa tua propensione;
  • secondo una recente ricerca di Manpower, il 28% delle aziende in Italia fatica a trovare le posizioni che cerca, specie chi ha competenze tecniche e specifiche nei settori emergenti; in questi ambiti l’inglese è la lingua parlata dai professionisti di settore per scambiarsi le informazioni; conoscerla vuol dire poter accedere ai network e alle community esclusive dove avvengo le interazioni che contano e dalle quali puoi ricavare valore anche per la tua azienda italiana;
  • tradurre il curriculum può influire positivamente sul tuo personal branding ovvero sulla tua capacità di promuovere te stesso come professionista, in quanto anche se ti candidi presso aziende italiane, avere anche un “biglietto da visita” valido a livello globale può dare un peso diverso alla tua candidatura;
  • naturalmente, qualora l’azienda italiana faccia parte di un gruppo internazionale (come spessissimo capita nel nostro Paese), i motivi a favore di una traduzione del curriculum sono abbastanza scontati e hanno a che fare spesso con dei veri e propri requisiti richiesti.

Se sei indeciso se tradurre il curriculum in inglese o meno, devi chiederti qual è la strategia che stai seguendo per realizzare il tuo progetto professionale.

Cos’è un progetto professionale? Prova a rispondere a completare l’affermazione seguente: tra 5 anni vorrei ricoprire il ruolo x in un’organizzazione con le caratteristiche y; per arrivarci, mi serve l’esperienza professionale e le competenze z. Questo è un progetto professionale e, se non ce l’hai aspettati di “subire” il mercato del lavoro piuttosto che guidarlo a tuo vantaggio.

C’è un ulteriore aspetto che dovresti valutare riguardo l’uso dell’inglese per crescere come professionista: l’apprendimento. Perchè? Per il semplice motivo che l’inglese è anche la lingua dell’apprendimento, in quanto le ricerchè più aggiornate, la letteratura scientifica, e la maggior parte dei contenuti sono accessibili se conosci l’inglese. E In questo mondo dove il life long learning distinguerà i professionsti che crescono con successo da tutti gli altri, devi considerare la conoscenza e l’uso dell’inglese come una dimensione chiave della tua carriera.

Naturalmente, per realizzare il tuo progetto potrai investire sul tuo futuro professionale dotandoti degli strumenti più adatti a guidare il mercato del lavoro, come un CV in inglese o in un’altra lingua straniera.

Ricorda che curriculuminglese.com può aiutarti sia a tradurre il curriculum in inglese sia a sviluppare il tuo progetto professionale attraverso il career counseling.

Potrai trovare un elenco delle migliori aziende dove lavorare in Italia e dove è richiesto un CV in inglese nel sito greatplacetowork.it.

Related Posts

Leave a Comment

Prodotti
risorse umaneopportunità di lavoro