Perché è Importante Tradurre il Curriculum in Inglese
I servizi che ti servono per trovare lavoro
break the wall

Perché è Importante Tradurre il Curriculum in Inglese

Tradurre il curriculum in inglese è importante perché il CV è la vetrina che ti presenta sul mercato del lavoro.

Ultimo aggiornamento articolo: 25 Settembre 2017

Per quanto tu possa andare in giro a fare colloqui, il tuo curriculum ti precederà e, in ogni caso, raggiungerà più aziende di quelle che potrai incontrare. Per questo motivo deve parlare anche la lingua usata nel mercato globale, ovvero l’inglese. Questo ti consentirà di “arricchire” la tua vetrina, farti risaltare rispetto agli altri lavoratori che competono con te per le stesse opportunità, e moltiplicare le tue possibilità di candidatura.

Naturalmente riuscirai a valorizzare al meglio le tue capacità solo nel caso la traduzione sia professionale. Per ottenerla, puoi affidarti a degli esperti di traduzione del curriculum in inglese oppure farlo da solo ma prendendo in considerazione alcune  specificità in uso nei Paesi anglosassoni (piuttosto che operare una traduzione parola per parola). A cambiare, infatti, non è solo la lingua ma anche le informazioni da riportare nel documento e l’impostazione grafica dello stesso. Trovi tutti gli approfondimenti su come scrivere un CV in inglese nell’articolo del nostro blog.

Vediamo ora nel dettaglio tutti i vantaggi a favore della traduzione del CV in inglese:

  • prima di tutto c’è un tema formale: presentare ad un’azienda, italiana o multinazionale che sia, il proprio curriculum tradotto in inglese (oltre che in italiano nel caso di realtà locali) può dare risalto alla tua figura professionale; le considerazioni del selezionatore su di te saranno orientate a valorizzare il profilo internazionale che hanno tra le mani: anche se la posizione alla quale ti canditi non necessita della conoscenza della lingua inglese, comunque la persona che si candida (tu) sarà delineata secondo un profilo più ampio nella testa del selezionatore; ai suoi occhi apparirai non certo il lavoratore della porta accanto, ma un professionista che si considera cittadino del modo, non ha limiti di lingua nel proprio sviluppo lavorativo e aspira alla migliore posizione tra quelle alle quali può accedere globalmente (non solo sotto casa!)
  • quest’ultima considerazione apre la strada al secondo vantaggio, abbastanza banale anche se da sottolineare: se hai un CV tradotto in inglese puoi candidarti ovunque, se non lo possiedi non sempre sarà possibile proporti nel mercato del lavoro; questo è tanto semplice quanto vero, ed è bene che tu lo tenga sempre a mente quando cerchi lavoro; inoltre nel primo caso potrai candidarti anche per posti che in Italia non è detto che esistono: alcune opportunità, come molte nel campo della ricerca e sviluppo, sono accessibili solo dove ci sono mercati finanziari o realtà aziendali diversi da quelli presenti nel nostro Paese; questo vuol dire che con il curriculum tradotto in inglese abbatti anche il limite di tipologia di lavoro che puoi trovare; in definitiva se la tua ricerca ha strumenti “globali” avrai maggiori opportunità di successo
  • un terzo aspetto riguarda la tua crescita professionale: se arricchisci il tuo percorso professionale con delle esperienze lavorative all’estero potrai costruire un profilo più solido che potrà poi essere maggiormente riconosciuto anche in caso di eventuale ritorno in Italia; i percorsi trasversali (sia nel ventaglio di attività svolte sia nella varietà geografica vissuta) sono sempre più apprezzati (e valorizzati economicamente) dei percorsi iperspecialistici e locali; i manager, infatti, guadagnano di più, hanno competenze trasversali e, spesso, esperienze all’estero; naturalmente è preferibile arrivare all’esterno non in modo scoordinato ma già con le idee chiare e un CV in inglese può accompagnarti al meglio in questo percorso
  • infine, c’è un aspetto legato alla crescita personale: tradurre il curriculum in inglese ti conferisce un passaporto globale con il quale potrai effettivamente essere “cittadino del mondo”; inoltre, fare esperienze di vita lontano da casa è un’ottima opportunità di crescita professionale, e saranno tanto più profonde quanto più lontano andrai e culture/stili di vita diversi condividerai; un ottimo professionista è, in prima battuta, una persona a valore, e quante più dimensioni di vita vedrai quanto più crescerai come persona e, quindi, come professionista;

Se desideri aumentare le probabilità di ottenere il lavoro migliore per te, rendi allora globale la “vetrina” della tua professionalità, facendo in modo che chi legga il tuo curriculum tradotto in inglese possa fin dall’inizio apprezzare il tuo profilo internazionale.

Trasmetterai così un’apertura mentale verso il nuovo e al di là del regionalismo, moltiplicherai le porte che si possono aprire e, qualora tu conosca bene l’inglese, valorizzerai la padronanza linguistica che possiedi.

Avrai così un biglietto da visita attraente e professionale nel mercato del lavoro, utile specie oggi in un periodo storico orientato alle esperienze all’estero, come dimostrano i dati sulla mobilità italiana.

Per potenziare gli strumenti che hai per cercare lavoro, considera curriculuminglese.com come tuo partner. Sono gli investimenti che fai oggi, in termini economici, di impegno e di tempo che determineranno il tuo successo professionale di domani. In quest’ottica considera l’investimento su di te come il migliore che puoi fare!

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.